Giardino Villa Bellini

Giardino Villa Bellini di Catania

Il Giardino Bellini (nome ufficiale) o, in alternativa, Villa Bellini, è chiamato dai catanesi semplicemente “A villa”. Si tratta del giardino pubblico più famoso e importante di Catania. Il giardino, come anche il teatro principale di Catania, porta il nome di un famoso figliol prodigo della città: il compositore Vincenzo Bellini. Volete scoprire con noi tutto ciò che rende questo giardino uno dei luoghi TOP di Catania?

Informazioni sul Giardino Villa Bellini di Catania

1. Breve storia del giardino Villa Bellini

Il Giardino Bellini venne inaugurato nel 1883 dopo un luogo processo che iniziò nel 1854, con l’acquisto da parte del municipio di Catania di uno dei terreni che ospitavano un bel giardino del secolo XVIII. Il suddetto giardino, a quel tempo ormai in decadenza, era chiamato “Il Labirinto” poiché presentava una serie di fitte siepi che trasmettevano al visitatore la sensazione di trovarsi in un autentico labirinto.

Durante vari anni si realizzarono importanti ristrutturazioni e ampliamenti fino a dare forma ad un giardino molto simile a quello odierno, la Villa Bellini. Nei suoi quasi 150 anni di storia, questo iconico spazio all’aria aperta di Catania, ha subito trasformazioni e cambiamenti come la perdita, per colpa di un incendio, del “Chiosco Cinese”. Al giorno d’oggi, il giardino è diventato uno dei luoghi di incontro preferiti dai catanesi: amici, famiglie e coppie, tutti trascorrono del tempo immersi in mezzo al verde e alla storia.

2. Visitando il Giardino Villa Bellini

2.a. Cosa vedere alla Villa Bellini?

Suppongo che se dico semplicemente che, alla Villa Bellini, ci sono molte cose da vedere non sono di molta utilità, no? Adesso seriamente, ci sono davvero molte cose da vedere e su cui soffermarsi. Innanzitutto, spicca la presenza di varie fontane monumentali, busti di famosi personaggi che danno il nome al viale in cui sono collocati (il “Viale degli Uomini Illustri” per l’appunto), numerose statue, il Chiosco Bellini (chiamato anche “Chiosco della Musica”) in stile liberty, un grande spiazzo centrale detto “Piazzale delle Carrozze” dove si organizzano eventi e molte altre cose. Di seguito vi elenchiamo i luoghi più interessanti:

2.a.1. Lista dei monumenti e luoghi di interesse

  • Chiosco della Musica
  • Statua di Giuseppe Mazzini
  • Fontana Centrale
  • Esemplare “Ficus macrophylla”
  • Calendario realizzato con piante e fiori
  • Scalinata dell’ingresso principale
  • Fontana e piccolo lago con ninfee
  • Busto di Vincenzo Bellini
  • Viale degli Uomini Illustri
  • Collina con vista sull’Etna

L’importanza dei piccoli dettagli

Dato che ci sono tante cose da vedere alla Villa Bellini, è possibile che finirete per tralasciare qualcosa… Per questo motivo vi consigliamo di prendervi un po’ di tempo per notare i particolari, ciò vi permetterà di arricchire ulteriormente la vostra visita. Questi dettagli vanno dai preziosi mosaici in pietra che ricoprono parte della pavimentazione del giardino, fino all’uso della pietra lavica per realizzare alcuni muri e appariscenti ornamenti. Ma non sono queste le uniche cose che vi consigliamo di scoprire, dovete essere voi a cercare il maggior numero di dettagli durante la vostra passeggiata in questo bellissimo giardino ;).

2.a.2. La vegetazione del giardino

Sebbene un tempo nella Villa Bellini vi era una numerosissima la presenza di fiori, al giorno d’oggi sarebbe più corretto riferirsi a questo luogo chiamandolo “Parco” invece che “Giardino”, tuttavia, anche al giorno d’oggi alcune aree sono ricche di fiori. Tra queste, spicca il vivace calendario realizzato con piante e fiori che da il benvenuto ai visitatori che accedono al parco dall’entrata principale. Numerosissime sono invece le piante e gli alberi, per lo più originarie di aree subtropicali, sebbene vi è la presenza di specie tipiche del mediterraneo. Tra tutti gli alberi presenti, il più impressionante è, senza alcun dubbio, l’enorme esemplare di “Ficus macrophylla”.

Vista sull’Etna da una delle colline della Villa Bellini

Se avete la possibilità di vistare la Villa Bellini durante una giornata soleggiata, potrete godervi una vista stupenda sull’Etna. Per poter vedere e fotografare l’Etna, dovrete raggiungere (non spaventatevi, si tratta di “quattro scalini”) il luogo dove si trova il “Chiosco della Musica” detto anche “Chiosco Bellini”, che vi accoglierà con la sua meravigliosa struttura liberty. Beh, speriamo che la vista vi piaccia e che possiate scattare belle foto da condividere anche sui social. Nonostante la sagoma del vulcano risulti abbastanza lontana, non smette di essere bella, soprattutto quando la cima dell’Etna è innevata, di solito durante 7 mesi all’anno.

2.b. L’ingresso è a pagamento?

La visita alla Villa Bellini è totalmente gratuita, pertanto non dovrete pagare per accedere al giardino. Ciò non avviene per l’altro grande giardino catanese: L’Orto Botanico di Catania, che infatti prevede l’ingresso a pagamento.

2.c. Orario di visita

Il Giardino Bellini è aperto tutto l’anno, tutti i giorni della settimana. Inoltre, al contrario di ciò che avviene in molti giardini pubblici di tante altre città, la Villa Bellini non chiude poco prima del tramonto, infatti il giardino è aperto anche di sera. L’orario di chiusura giornaliero varia a seconda della stagione.

StagioneOrario
Primavera06:00 – 22:00
Estate06:00 – 23:00
Autunno06:00 – 22:00
Inverno06:00 – 21:00

2.d. La Villa Bellini è un luogo sicuro?

Sì, visitare la Villa Bellini è sicuro. Ovviamente, come tutti i parchi e giardini di certe dimensioni, è un luogo frequentato anche da gente alquanto strana che non trasmette fiducia. Ad ogni modo, ad uno degli ingressi del giardino è posta una piccola stazione di polizia, inoltre la villa è pattugliata da forze dell’ordine (spesso a cavallo), e questo trasmette un senso di sicurezza.

3. Dove si trova la Villa Bellini? Mappa e pianta

All’origine, la Villa Bellini apparteneva alla zona denominata “zona nord” di Catania, e risultava essere lontana dal centro storico della città. Al giorno d’oggi, a causa dello sviluppo urbanistico della città durante gli ultimi decenni, il Giardino Bellini è stato inglobato in quello che possiamo identificare come il “centro di Catania”.

Nella pianta del Giardino Bellini che vi mostriamo potete notare i luoghi più importanti che vi abbiamo segnalato nella lista al punto 2. A.1. di questo articolo. Vi consigliamo di accedere al Giardino attraverso l’ingresso principale situato in Via Etnea, lo trovate indicato nella mappa. Speriamo che questa mappa vi sia di aiuto.

4. La Villa Bellini come scenario di eventi

Probabilmente non resta molto del fascino che la Villa Bellini trasmetteva anni fa durante lo svolgimento di importanti eventi, molti dei quali relazionati alla musica. Nel Chiosco Bellini, o Chiosco della Musica, si svolgevano concerti di lirica di grande impatto scenografico. Al giorno d’oggi, all’interno del Giardino si svolgono, sporadicamente, concerti, sia nel Chiosco della Musica che, quando l’evento richiede maggior spazio, nel grande Piazzale delle Carrozze. Di solito, durante le occasioni speciali, la Villa Bellini ospita anche mercatini e pop up market, ad esempio è lo scenario della Fiera di Sant’Agata e di altri eventi, come quelli che hanno luogo a Catania durante le feste di Carnevale.

5. Scheda di riepilogo dati della Villa Bellini

InformazioniDati
Inaugurazione6 gennaio 1883
Estensione61.640m²
Si può visitare
PrezzoGratis
Tempo visita30 min. – 45 min.
Ingresso 1Via Etnea, 215-217
Ingresso 2Via Domenico Cimarosa, 26
Ingresso 3Piazza Roma
Valutazione della visita (1-10)8

6. Video

Prossimamente

7. Galleria fotografica

Prossimamente

close

Benvenuto in Sicilia, benvenuto su LovingSicilia.it 👋

Iscriviti per ricevere contenuti sulla Sicilia

Non inviamo spam! Per maggiori informazioni leggi le nostre politiche sulla privacy

error: @ Copyright. Tutti i diritti riservati. Si prega di rispettare i diritti intellettuali in qualità di autore e proprietario dei testi, delle immagini e dei video.