Via Crociferi di Catania

Via Crociferi: la via più bella di Catania

Via Crociferi è una via dei primi del Settecento che si trova nel centro storico di Catania, a pochi passi dai luoghi più emblematici della città come, ad esempio, l’Anfiteatro Romano, il Duomo di Catania o Piazza Università. Questa storica via si distingue dalle altre soprattutto per le sue imponenti chiese e palazzi barocchi di grande pregio architettonico e molto ben conservati, che conferiscono all’ambiente un’evocativa atmosfera tipica del ‘700.

Informazioni su Via Crociferi

1. Breve storia di Via Crociferi

Come per la maggior parte degli edifici del centro di Catania, le origini dell’attuale Via Crociferi risalgono all’inizio del XVIII secolo, quando la città fu devastata dal terribile terremoto del 1693. Da quel tragico evento nacque l’affascinante centro storico di Catania che, fortunatamente, oggi possiamo ammirare in tutto il suo splendore, dove il barocco sposa l’uso della pietra lavica, scura e intensa ed insieme condividono, quasi in egual parte, il protagonismo architettonico. Questa unione tra barocco e pietra lavica, insieme all’ottimo stato di conservazione degli edifici del 700, hanno reso Via Crociferi un luogo tra i massimi esempi della rinascita architettonica di Catania rendendola una delle tappe imperdibili della città.

Parlando del significato del nome della via, la traduzione in spagnolo della parola “Crociferi” indica i portatori della croce durante le processioni religiose, chierichetto. Per ciò che concerne l’origine del nome, tutto sembra indicare che si deve alla chiesa di San Camillo dei Padri Crociferi, situata nella stessa Via Crociferi.

1.a. Il cinema affascinato da questa storica via

Il fascino che Via Crociferi suscita in tutti coloro che hanno la fortuna di percorrerne i circa 200 metri è tale da aver lasciato il segno anche nella settima arte. Infatti, sono molti i registi italiani che si sono lasciati ammaliare da tanta bellezza e hanno deciso di utilizzare Via Crociferi come set cinematografico. Di conseguenza, possiamo vedere via Crociferi comparire in alcune scene di vari film italiani tra cui: “L’arte di arrangiarsi” di Luigi ZampaMauro Bolognini, “Storia di una capinera” di Franco Zeffirelli, “Mimì metallurgico ferito nell’onore” di Lina Wertmuller e “I Viceré” di Roberto Faenza.

Ciak Sicilia - Via Crociferi nel Bell'Antonio
Watch this video on YouTube.

2. Visitare Via Crociferi

Se vi piace l’architettura in generale e il barocco in particolare, soprattutto il barocco siciliano, non potete perdere l’occasione di passeggiare lungo Via Crociferi, senza dubbio uno dei migliori esempi del barocco catanese e, forse, la via più bella e più affascinante di Catania. Il fatto è che questo complesso di edifici storici così particolari riescono a trasportare indietro nel tempo qualsiasi visitatore, passeggiando per Via Crociferi non è difficile pensare che il tempo si sia fermato, solo la presenza di alcuni bar e piccoli negozi riescono a riportarci alla realtà.

2.a. Cosa vedere e visitare in Via Crociferi

Ovviamente, gli edifici religiosi e le chiese barocche che danno a Via Crociferi la sua caratteristica impronta sono l’attrazione principale della via, quindi vi invitiamo a visitarne l’interno per approfondirne la storia. Tutti, ad eccezione della Chiesa di San Camillo, furono distrutti dal terremoto e, successivamente a questo evento catastrofico, ricostruiti più belli e imponenti di prima. Per quanto concerne la Chiesa di San Camillo, è vero che venne risparmiata dal terremoto ma, a seguito dei lavori in Via Crociferi, si decise di ricostruire anche questo edificio.

Parlando di Via Crociferi non si può non menzionare Villa Cerami, e vi consigliamo di dare un’occhiata all’interno di questo splendido edificio. Essendo Villa Cerami una delle sedi dell’Università degli Studi di Catania, l’edificio è aperto per la maggior parte dei giorni dell’anno, in coincidenza con l’orario universitario. Altro elemento caratteristico di Via Crociferi, che richiama subito l’attenzione, è il il famoso Arco di San Benedetto, situato, proprio all’inizio della via, accanto a Piazza San Francesco d’Assisi. L’arco fu costruito per unire la Chiesa di San Benedetto e il Convento delle Benedettine.

2.a.1. Le chiese barocche di Via Crociferi

  • Chiesa di San Benedetto
  • Chiesa di San Camillo
  • Colleggio dei Gesuiti (Colegio de los Jesuitas)
  • Chiesa di San Francesco Borgia
  • Chiesa di San Giuliano

2.a.2. Altri punti di interesse

  • Arco di San Benedetto
  • Villa Cerami

Sebbene non si trovino esattamente in Via Crociferi, è interessante notare che, a soli 15 metri di distanza da questa, si trova l’ingresso del Museo di Arte Contemporanea di Sicilia. Altri luoghi di interesse nelle vicinanze sono: la Chiesa di San Francesco d’Assisi all’Immacolata, il Museo Belliniano e il Museo Emilio Greco, situati nella vicinissima Piazza San Francesco d’Assisi.

2.b. Si trovano negozi e locali?

Nonostante Via Crociferi si trovi in una posizione centralissima, a pochi passi da Via Etnea, in essa la presenza di negozi è molto rara, quindi non può essere considerata una strada commerciale. Stessa cosa vale per bar, locali e piccoli ristoranti. Ci sono ma sono davvero pochi e molto piccoli. Due locali si trovano vicino a Villa Cerami, frequentati per lo più dagli universitari che frequentano la sede dell’Università, mentre altri locali sono parsi lungo la via. Questa carenza di attività commerciali e locali è dovuta principalmente all’aspetto architettonico della via: la maggior parte degli spazi di Via Crociferi è infatti occupata da maestosi edifici religiosi.

Il fatto che vi siano pochi locali non impedisce a Via Crociferi di essere un luogo piuttosto vivace in certi momenti, soprattutto al tramonto e durante la sera. I locali presenti, infatti, si riempiono di persone, inoltre, sebbene questa non sia la zona della movida catanese (che si concentra nel pressi del Teatro Bellini), è comune vedere gruppi di ragazzi che chiacchierano e bevono qualcosa. A creare atmosfera contribuiscono anche i tantissimi bar, ristoranti e locali che si trovano nei pressi di via Crociferi.

2.c. Il momento migliore per visitare via Crociferi

Possiamo invece dire che la reazione che Via Crociferi suscita nel visitatore muta a seconda dell’ora del giorno: all’ora di pranzo è un luogo tranquillo, quasi deserto, ideale per passeggiarvi con calma ed ammirare le architetture senza la presenza di persone; di mattina si anima di gente, tanti sono gli studenti diretti a Villa Cerami che percorrono la via, e tanti sono anche i turisti che visitano il centro di Catania e che, irrimediabilmente, passano da Via Crociferi.

Di notte, invece, si trasforma in un piccolo brulichio di gente, soprattutto giovani, grazie ai bar presenti nella zona. Per questo motivo, noi di LovingSicilia.it, vi consigliamo di visitare questa via in diversi momento del giorno o, per lo meno, almeno una volta di giorno e una di notte.

3. Mappa di Via Crociferi

4. Scheda dati di Via Crociferi

InformazioniDati
CittàCatania
IndirizzoVia Crociferi, s/n
FondazioneInizio del XVIII sec.
Si può visitare
PrezzoGratis
Durata della visita15 min. – 30 min.
Valutazione della visita (1-10)10

5. Video

Prossimamente.

6. Galleria fotografica

Prossimamente.

close

Benvenuto in Sicilia, benvenuto su LovingSicilia.it 👋

Iscriviti per ricevere contenuti sulla Sicilia

Non inviamo spam! Per maggiori informazioni leggi le nostre politiche sulla privacy

error: @ Copyright. Tutti i diritti riservati. Si prega di rispettare i diritti intellettuali in qualità di autore e proprietario dei testi, delle immagini e dei video.